Calici di stelle – Asolo 2017

Prendi un carnet, una mappa, un calice e la cornice di Asolo e la tua serata acquisterà tutto un altro sapore, quello del Cabernet Sauvignon, del Prosecco in tutte le sue declinazioni, brut, dry, extra dry, del Recantina, dell’incrocio Manzoni, del Millesimato dei colli Asolani e di tanti altri vini prodotti dalle cantine di uno dei più bei borghi d’Italia e del Veneto, Asolo.

Non è la prima volta che prendo parte all’evento “Calici di stelle” ma giovedì 10 agosto, la notte di San Lorenzo, è stata la prima volta che ho partecipato a quello di Asolo e devo dire che la realtà ha superato le aspettative.

La serata inizia con l’acquisto del carnet alle porte della città che da la possibilità di degustare un vino per ciascuna delle 20 cantine presenti e ben 21 assaggi delle pietanze servite dai ristoratori che hanno aderito all’iniziativa. Seguendo la mappa puoi raggiungere le postazioni dislocate in ogni angolo del centro storico e godere della bellezza delle strette viuzze che si aprono sulla piazza principale.

La maggior parte delle cantine offre il prosecco DOCG di produzione propria, per il quale la zona di Asolo è famosa. Quindi l’unica nota stonata della serata è stata quella di aver potuto assaggiare moltissime tipologie di prosecco e meno di altri tipi di vino. Ad ogni modo per gli amanti del prosecco questo è il paradiso.

La varietà delle pietanze che accompagnano la serata risponde alle esigenze di tutti i palati. Puoi trovare primi piatti, anche vegani come l’insalata vegana ai cereali con tartufo asolano. Secondi piatti di carne, come il crostino di angus, o di formaggi. Addirittura una mescolanza di sapori in cui dolce e salato sono combinati insieme come nell’assaggio di scaglie di cioccolato, formaggio e mela posti l’uno sopra l’altro. Davvero particolare.

Non mancano all’appello il caffè e la fregolotta, dolce tipico del luogo, così come il gelato al gusto di limone e menta nobile servito in uno di quei chioschetti mobili e un po’ vintage con la tendina a righe bianche e rosse. Di quelli che vedi nei film anni 70.

L’esito della serata è stato positivo, sia perché il costo di 25 euro del carnet  è decisamente equo per la varietà di cantine e di ristoratori proposti sia per la location che è stata scelta. Sorseggiare un bicchiere di vino mentre si gusta un pezzetto di Morlacco del Grappa di malga è già poetico di suo ma farlo mentre si passeggia per le vie della città di Asolo è qualcosa che eleva l’esperienza ad un livello superiore.

Se quest’anno non sei andato a Calici di stelle puoi segnarlo sul calendario per l’anno prossimo se invece ci sei già stato, in quale città d’Italia hai brindato sotto le stelle cadenti?

Link utili: http://www.movimentoturismovino.it

IMG_6415

 

IMG_6381

aa

IMG_6376

IMG_6377

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...